Categoria: Bet300 News

Comune Napoli: ‘Gioco, estendere regolamento ai corner di scommesse’

A Napoli si va verso l’approvazione dell’estensione del distanziometro previsto dal regolamento sul gioco del 2015 anche ai corner di scommesse.

Aria di modifica, a Napoli, per il regolamento sul gioco. La commissione Lavoro e affari istituzionali ha esaminato, con la partecipazione del vice sindaco ed assessore al Commercio Enrico Panini la delibera di iniziativa consiliare che, con primi firmatari i consiglieri dei Verdi Buono e Gaudini, propone alcune modifiche al testo approvato dal Consiglio nel 2015.

Continua la lettura di “Comune Napoli: ‘Gioco, estendere regolamento ai corner di scommesse’”

Eurispes, Rapporto Italia 2019: “Leggi regionali sul gioco confuse, sul territorio difformità insostenibili”

ROMA – «Erano legittime le aspettative che ipotizzavano un 2018 assai importante per la riforma del settore» del gioco, dopo l’intesa raggiunta tra Governo ed enti locali in Conferenza Unificata, ma attualmente, «la confusione regna massima» e, da Regione a Regione, si stanno evidenziando «difformità insostenibili». E’ l’analisi dell’Eurispes nel Rapporto Italia 2019. «Con l’intesa, il Governo decideva per una forte riduzione degli apparecchi da gioco e per un dimezzamento entro 3 anni dei luoghi di vendita del gioco legale», per «interrompere la crescita incontrollata del gioco» e «per operare più efficacemente nell’intercettazione dei soggetti che mostrano le patologie gioco d’azzardo», ma «queste aspettative sono state sostanzialmente disattese».


Continua la lettura di “Eurispes, Rapporto Italia 2019: “Leggi regionali sul gioco confuse, sul territorio difformità insostenibili””

“Libero” di sbagliare: ancora una volta pubblicati i dati non corretti sul mercato del gioco in Italia

Ancora una volta escono dati non corretti sul gioco. Questa mattina Libero ha pubblicato l’articolo “Gli italiani spendono per giocare d’azzardo quanto per mangiare”, accostando il fatto che gli italiani abbiano speso per tentare la fortuna 107 miliardi, dato che si avvicina ai 130 spesi per il cibo. I 107 miliardi però si riferiscono alla raccolta del gioco, mentre la spesa reale degli italiani, cioè la raccolta meno le vincite tornate ai giocatori, è stata di circa 20 miliardi. Il gioco quindi, come spesa, non è assolutamente paragonabile all’alimentare. Altro dato non valutato correttamente è quello relativo alla pericolosità del gioco online. Va ricordato prima di tutto che la spesa per il gioco online incide per appena il 7% sul totale del mercato del gioco in Italia. L’opera di legalizzazione del gioco online, iniziata dai Monopoli di Stato nel 2008 con il poker in modalità a torneo, ha permesso l’emersione e la regolarizzazione di un gioco che veniva comunque praticato in Italia ma senza tutele per il giocatore e nessuna entrata erariale. Non si è trattato quindi dell’introduzione di nuovi giochi ma piuttosto l’emersione di un sommerso. Bisogna anche ricordare che per giocare online occorre registrarsi attraverso una procedura che dimostri la maggiore età. E va sottolineato che la ricerca presentata dall’Istituto Superiore della Sanità ad ottobre scorso ha indicato in circa 18,5 milioni le persone che hanno giocato almeno una volta nell’ultimo anno e quindi quasi la metà di quelle indicate invece da Libero. lp/AGIMEG

Scommesse sportive online, a novembre Sks365 conquista il primo posto. In crescita le quote di mercato di Eurobet, E-Play24 ed Unibet

A novembre il mercato delle scommesse sportive online ha registrato una spesa per 65,1 milioni di euro, valore in crescita del 14,4% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Sks365 sorpassa in questa speciale classifica Bet365, registrando una quota di mercato sulla spesa che sfiora il 15%. Seguono Snaitech, Eurobet, Sisal, Goldbet/Intralot e Lottomatica, tutte in crescita rispetto al mese di ottobre. Ottime performance nell’undicesimo mese dell’anno anche per E-Play24 ed Unibet. Ecco come si sono divisi il mercato delle scommesse sportive online a novembre i principali operatori:

 
Continua la lettura di “Scommesse sportive online, a novembre Sks365 conquista il primo posto. In crescita le quote di mercato di Eurobet, E-Play24 ed Unibet”

OIA Services LTD ottiene il provvedimento di ripristino del collegamento al totalizzatore nazionale e riprende le attività

OIA Services LTD ha ottenuto il provvedimento di ripristino del collegamento al totalizzatore nazionale per la concessione n. 72001 operante sul canale fisico e conta di avere analogo provvedimento per il concessione GAD n. 15238 nei prossimi giorni. Così si apprende da una nota dell’azienda. La società si avvia così a riprendere le attività grazie al clima di trasparenza instaurato dalle strutture dell’azienda. OIA Services LTD smentisce quindi categoricamente ogni voce circa l’insolvenza dell’azienda o la presenza di debiti preesistenti con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Per il momento, OIA Services LTD prosegue l’offerta di gioco con la consueta tutela per la clientela e con il massimo rispetto della legalità. lp/AGIMEG