Emilia Romagna, Modugno: ‘Urgente prorogare la legge sul gioco’

I promotori del sit-in al Consiglio dell’Emilia Romagna, capitanati dall’avvocato Francesco Modugno, preparano documento per chiedere la proroga della legge sul gioco.

“Data l’imminenza della chiusura dei punti gioco, è urgente una proroga della normativa in vigore. È una questione impellente che va portata all’attenzione della Giunta al più presto; per questo, entro questa settimana, presenteremo un documento con le nostre richieste, dopo aver svolto un’analisi con i rappresentanti del comparto e aver ascoltato le associazioni che ci hanno sostenuto in questa manifestazione”.

Così l’avvocato Francesco Modugno, consigliere dell’associazione Emi Rebus e promotore del sit-in dei lavoratori del gioco dell’Emilia Romagna di oggi, 17 settembre, illustra a Gioconews.it i prossimi passi per raggiungere l’agognata proroga della legge regionale che prevede l’applicazione del distanziometro espulsivo anche per l’attività delle scommesse dalla ‘scadenza dei contratti di concessione in essere e comunque, comprese le eventuali proroghe, non oltre il 31 dicembre 2019.

1

“I capigruppo ci hanno accolti di buon grado”, precisa Modugno, “finalmente si è aperto il dialogo tanto auspicato da esercenti e associazioni. Abbiamo avuto la possibilità di sviscerare anche i punti di debolezza della normativa, ed è emerso che l’applicazione del distanziometro va bilanciata con gli effetti che avrà sui lavoratori del comparto e dell’indotto del gioco pubblico, che resta un’attività legale. Va capito, dunque, se si vuole fare contrasto al gioco legale o porre rimedio a una malattia”, conclude l’avvocato.
-Gioconews

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *